CNR - Istituto per l'Ambiente Marino Costiero

L'Istituto per l'Ambiente Marino Costiero del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IAMC-CNR) è stato istituito nel 2002 ed è costituito da 6 sezioni e da un laboratorio di biologia marina che tradizionalmente si occupano di tematiche inerenti le scienze del mare segnatamente ad aspetti di biologia, chimica, fisica e geologia  ed a studi sulle risorse rinnovabili (pesca ed acquacoltura) e sulle tecnologie marine.
Tra le linee di ricerca più rappresentative si segnalano:

  • acquacoltura, con studi sulla diversificazione delle specie allevabili e  sviluppo di sistemi produttivi sostenibili per le produzioni di organismi marini;
  • chimica, con lo sviluppo di una modellistica dei sistemi ecologici soggetti ad impatto antropico e di metodologie chimico-analitiche per il monitoraggio ambientali;
  • ecologia marina, con studi sugli ambienti di transizione e nonché di  bioacustica ed ecologia del comportamento, basati sull'utilizzo di un approccio eco-sistemico finalizzato alla gestione spaziale delle risorse;
  • microbiologia, con studi di ecologia microbica, biologia e  microbiologia molecolare, biotecnologie e sul ruolo dei microorganismi nella decomposizione della sostanza organica;
  • oceanografia, con studi di oceanografia sperimentale, modellistica numerica, sistemi operazionali per la previsione dello stato del mare su scala regionale e per la previsione dello stato del mare su scala costiera;
  • pesca ecosostenibile, con studi sulla valutazione delle risorse e gestione sostenibile dei processi di cattura e sull'impatto della pesca sugli ecosistemi marini;
  • scienze della terra e dell'ambiente costiero, con lo studio della terra solida e geodinamica, degli ambienti sedimentari e del paleo clima, nonché della cartografia marina e costiera.

In TESSA, l'Istituto per l'Ambiente Marino e Costiero è responsabile del Centro operativo di Napoli e dei sistemi di previsione del Canale di Sicilia e Mar Tirreno; contribuisce alla modellistica ad alta risoluzione dell'idrodinamica marina, alla simulazione numerica della dispersione di inquinanti, della traiettoria di corpi di varie dimensioni e allo sviluppo dei servizi di TESSA.